Interviste|27 febbraio 2012 17:47

I consigli nutrizionali per una corretta alimentazione

Con Elisabetta Monaco, biologa nutrizionista, affrontiamo diversi argomenti tra cui le buone regole a tavola per uno stile di vita corretto ed equilibrato, le false promesse delle diete fai-da-te, l’importanza delle proteine animali e di una corretta alimentazione fin dai primi mesi di vita.

Per una buona educazione alimentare che ci aiuti a mantenere il benessere psico – fisico, quali sono le principali e irrinunciabili regole da seguire?
Dobbiamo ricordare che non esiste un alimento “completo” che da solo possa fornire, nelle giuste dosi, tutti i principi nutritivi di cui abbiamo bisogno, pertanto, è necessario mangiare “tutto” con grande varietà di scelta. Una delle regole importanti è l’assunzione ben distribuita di alimenti nell’arco della giornata, in quanto assicura un’adeguata concentrazione dei diversi nutrienti nel sangue, evitando brusche variazioni, e consente un più elevato livello di efficienza psicofisica. C’è da dire che si considera bilanciata un’alimentazione giornaliera che preveda 3 momenti (colazione, pranzo e cena) con l’aggiunta di 2 spuntini in modo da non arrivare particolarmente affamati ai due pasti principali. L’attenzione principale va rivolta alla colazione, che spesso viene saltata, mentre invece deve essere sostanziosa, per impostare in modo corretto l’alimentazione della giornata e mettere l’organismo nelle condizioni migliori per affrontarla. Un’altra regola importantissima è bere molta acqua (in tutti i periodi dell’anno) perché svolge la funzione regolatrice ed è fondamentale per la vita. L’uomo, infatti, è costituito per circa il 60-80% di acqua, nella quale avvengono quasi tutte le reazioni chimiche indispensabili alla vita.

Quanto sono fondamentali nella dieta il consumo di proteine della carne, pesce, uova e formaggi e di carboidrati?
Nelle diete fai da te, purtroppo, vengono spesso eliminati totalmente tanti alimenti necessari all’organismo, perché spesso si ignorano i ruoli dei nutrienti che li compongono. Le proteine svolgono una funzione plastica, cioè provvedono alla ricostruzione di nuove cellule o alla riparazione di tessuti del nostro organismo. Carne, pesce e uova forniscono principalmente proteine ad alto valore biologico, come anche i formaggi, ma è consigliabile consumare i prodotti meno grassi. C’è da considerare che un buon apporto di proteine con un discreto valore biologico è fornito anche dai legumi. E’ necessario, ovviamente, considerare le quantità da assumere di questi alimenti, ma mai eliminarli dalla nostra dieta.

Ci sono controindicazione nel consumo di pesce, per la presenza in quelli di taglia grande di eventuali agenti tossici? Quante volte ne consiglia il consumo in una settimana?
Il pesce lo si potrebbe consumare anche tutti i giorni, o almeno 2-3 volte a settimana ed è ottimo abbinato ai legumi. Ciò che fa davvero la differenza è il metodo di cottura, si consiglia di privilegiare cotture che non richiedano troppi grassi, come le fritture, ma preferire cotture alla griglia, al vapore, al forno. Non ci sono vere e proprie controindicazioni nel consumo di pesce per la presenza di agenti tossici, in quanto, difficilmente il pesce acquistato proviene sempre dalle stesse zone, e difficilmente hanno livelli di inquinamento elevati. A scopo cautelativo, è bene non esagerare nella somministrazione dei ‘pesci a rischio’ ai bambini, alle donne in gravidanza e alle persone anziane.

A chi vuole perdere peso a tutti i costi, cosa fare e cosa evitare per una corretta dieta ipocalorica?
Non eliminare gli alimenti di testa propria dalla dieta perché il nostro organismo necessita di tutti i nutrienti tutti i giorni, controllando, ovviamente, le quantità. Già eliminando dalla dieta bevande gassate e i cosiddetti cibi spazzatura si perderebbero i primi kg di troppo senza tanto sacrificio, abbinando il tutto a una corretta attività fisica.

Quanto è fondamentale una corretta alimentazione in alcune tappe importanti della vita, quali lo svezzamento e la gravidanza?
Durante la gravidanza, la donna deve capire che non mangia per due, come si è sempre stati abituati a dire, ma l’apporto calorico deve essere quello sufficiente a mantenere il peso ideale nei primi 3 mesi, aumentato di circa 150-300 Kcal al giorno nei mesi successivi (parliamo di una donna non in sovrappeso). La corretta alimentazione, poi, comincia già con lo svezzamento, che inizia di solito verso il quarto-quinto mese, dove il bambino passa da un’alimentazione esclusivamente lattea ad una più complessa. Questo è un momento importante ed è necessario cercare di abituare il bambino, nel migliore dei modi, ad evitare errori nutrizionali sin da questo momento. Per esempio evitare di aggiungere biscotti o cereali al biberon prima del sesto o settimo mese che spesso vengono aggiunti per addensare il latte per problemi di rigurgito. Si potrebbe benissimo utilizzare la crema di riso e non il biscotto. E’, inoltre, importante favorire l’introduzione di alimenti a bassa densità energetica come frutta fresca e verdure. Abituare il bambino a dissetarsi con acqua e non con succhi di frutta o tisane zuccherate, o sarebbe ottimo preferire le spremute di frutta fresca. E una cosa particolarmente importante, che tengo a sottolineare, è di evitare l’aggiunta di zucchero e di sale in tutto il primo anno di vita.

Nei bambini, poche regole per scongiurare l’obesità o, al contrario, la denutrizione.
Nei bambini obesi le cause spesso si ritrovano all’interno del gruppo familiare, dove purtroppo parliamo di alimentazione errata sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Un’altra causa è la scarsa attività fisica perché spesso i bambini si ritrovano davanti alla tv o ai videogiochi o al computer. Quindi, almeno una o due regole fondamentali dovrebbero essere l’attività fisica e l’evitare il cosiddetto cibo spazzatura. Denutrizione, la carenza proteica è in grado di rallentare la crescita; il solo apporto calorico minimo non è in grado di garantire un corretto accrescimento pondero-staturale in quanto le proteine hanno funzione plastica. In questo caso è necessario capire la vita del bambino, il rapporto con i genitori, l’educazione ricevuta o traumi subiti. Si consiglia di preparare cibi accattivanti per stimolare l’appetito dei bambini e modificare lentamente lo stile di vita assunto fino a quel momento.

Quale consiglio darebbe agli internauti che cercano in rete la risoluzione ai loro problemi di peso?
Dopo questa intervista, dove ho fornito diverse informazioni, non potrei non dire che è necessario rivolgersi ad un nutrizionista di fiducia per qualsiasi consiglio nutrizionale, ma è sempre bene quando ci si informa su internet di essere diffidenti e prendere tutto con le pinze.

Riferimenti:
Dottoressa Elisabetta Monaco
Biologa Nutrizionista
Studio privato Napoli: Nutrizione e Benessere, corso Umberto I, 341 – Torre Annunziata; Nutrizione e Benessere, via Buonconsiglio, 67 – Sant’Antonio Abate.
E-mail: elisabetta.monaco@nutribene.org
Telefono: 334.79.76.689

Tag:
  • Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • Digg

11 Commenti

  • Nel lavoro che faccio spesso mangio fuori e mi adatto con quello che trovo in giro, cosa dovrei proprio evitare e cosa preferire? Grazie

    • Ciao Massimo,
      non so precisamente cosa mangi e dove, quindi, mi limito a dire che se preferisci consumare panini, pizze e focacce, massima attenzione nella scelta dei condimenti e di evitare insaccati e salse, preferendo latticini, verdure, tonno, pollo, bresaola. Se preferisci mangiare una pizza, scegli una semplice margherita o una vegeteriana. Ricordati sempre di consumare una porzione di frutta e verdura (fonte di vitamine, acqua e zucchero). E non dimenticare di bere sempre molta acqua, evitando alcolici e bibite gassate. Ciao e spero di esserti stata d’aiuto.

      Dottoressa Elisabetta Monaco

  • Complimenti,è stata molto esaustiva. Seguirò i suoi consigli

  • cara elisabetta mi chiamo gualtiero ho 57 anni e sto molto attento allalimentazione la migliore del mondo e’ la dieta mediterranea in quanto si mangia variato e con gusto inoltre e’ protettiva contro i tumori e le malattie cardiovascolari. peso 78 kg alto 1.82 massa magra 64kg massa grassa 14 pratico la corsa 4 volte la settimana 3 volte 40 e una 60 minuti che cosa si puo’ mangiare in piu’ quando si bruciano 450 calorie a seduta senza ingrassare grazie dott.sa elisabetta mi puo’ rispondere anche via email. credo che lo stile di vita comprende sport alimentazione no fumo e una vita sessuale moderata. cosa ne pensa grazie

    • Ciao Gualtiero, non posso che dare un bell’ottimo all’attività fisica che pratichi e anche all’alimentazione, quindi il tuo stile di vita è uno dei migliori. Suggerirei di poter lasciarti andare ogni tanto, esempio se vai a qualche festa, potresti benissimo assaggiare di tutto senza gonfiarti perchè il tuo organismo non reggerebbe e potresti stare male o comunque sentirti appesantito. Mi auguro tu faccia una bella colazione e qui potrei suggerirti un dolcetto ogni tanto… oppure subito dpo pranzo. per il resto: perchè dovresti aggiungere qualcosa alla tua alimentazione se così sei in ottima forma?

  • Gentile Dott.ssa Monaco, desidererei chiederLe alcuni consigli. Sono all’ottava settimana di gravidanza, peso 82Kg per 1,60 m di altezza. Sono ipertesa in terapia con aldomet 500 (una cpr al mattino e una alla sera). Da quando ho scoperto di essere incinta sto facendo una dieta ipocalorica sotto controllo medico. Per le prime due settimane ho assunto carboidrati solo a colazione, è corretto? Secondo Lei posso dimagrire fino al quinto mese di gravidanza o è pericoloso? Le riassumo lo schema della mia dieta e sarei contenta di ricevere un Suo parere.
    COLAZIONE: spremuta d’arancia, biscotti (240Kcal), caffè oppure yogurt e caffè oppure 1 frutto e biscotti.
    PRANZO: una porzione di carne o pesce, verdura cotta, 1 frutto
    CENA:una porzione di carne o pesce, verdura cotta.
    Non sempre faccio spuntini ma eventualmente assumo 1 frutto.
    Sto preferendo il pesce alla carne, ho abolito i latticini e gli insaccati.
    Dopo le prime due settimane, il medico mi ha detto di inserire oltre che a colazione i carboidrati anche a pranzo e cioè 30-50 gr di pane o pasta.
    Cosa ne pensa?
    sono davvero impaurita per le eventuali complicazioni relative alla mia gravidanza dato che sono obesa e ipertesa. E’ il caso di rivolgermi a una struttura specializzata come per esempio villa betania a napoli?
    Certa della Sua disponibilità La ringrazio anticipatamente.

  • Buona sera,
    sono Simona peso 73 kg e sono 168cm, due gravidanze di cui l’ultima 3 anni e 8 mesi fa, pratico due volte alla settimana aerobica e due volte pilates sempre all’ora di pranzo per cui ki trovo ad uscire dalla palestra alle tre con una fame terribile e cosa mi consigli di mangiare ?
    grazie

    • Ciao!!!io sn d accordo col fatto ke una corretta alimentazione ed una regolare attivita’fisica migliorano sicuramente il proprio benessere..ma vi assicuro ke se nn avessi integrato la giusta nutrizione nn sarei mai riuscita a raggiungere i miei pbbiettivi di,Forma fisica desiderata,Forza ed energia x tt le mie giornate iperincasinate…famigia,lavoro,casa,bimbo,cani e gatti…:-)))

  • Buonasera Mi chiamo Antonio, il mio peso è intorno ai 64 Kg e sono alto 1,79 cm. Ultimamente sono dimagrito ho perso circa 3 Kg forse a causa di stress/ansia oltre ad un problema di emorroidi.
    Ho avuto sempre un fisico longilineo e mi ritengo fortunato, vorrei cortesemente avere qualche consiglio in merito ad una adeguata alimentazione per raggiungere il mio peso ideale e possibilmente mettere un po di massa muscolare.
    Grazie

  • signora dottoressa di salute x una sana alimentazione e nutriente nell’arco della settimana cioè nel lunedi nel martedi ecc.. cosa posso mangiare x stare bene e far star bene lorganismo?

Commenti

Registrati / Collegati

I commenti degli utenti non registrati vengono pubblicati dopo essere stati verificati.